nano giris

COME RAGGIUNGERE L’INTEGRITÀ CON LE NANOTECNOLOGIE?

Siamo andati molto lontano. Abbiamo esplorato, mappato e capito tutto il nostro mondo. Dalla nostra prospettiva, se ci guardiamo indietro avvertiamo un sentimento di responsabilità, come se ne fossimo i custodi. Ci chiediamo come possiamo proteggere il nostro mondo, guarirlo e lasciarlo in sicurezza ai nostri figli?

Il nostro viaggio come specie animale verso la supremazia della terra può essere paragonato al percorso di crescita di ciascun essere umano: da bambino insicuro a vecchio saggio. Iniziando in un ambiente misterioso, imprevedibile e incerto il bambino guarda ai suoi genitori in cerca di supporto, stabilità e cure, così come i nostri antenati guardavano alle divinità in cerca di speranza e certezza.

Sviluppare un senso di speranza e fiducia che siamo protetti e incoraggiati a crescere per cercare il nostro posto nel mondo.

Successivamente arriva l’esplorazione indipendente e autonoma e la capacità di apprendimento. La realizzazione dei primi utensili, la gestione del fuoco, il coprirsi con delle vesti e partire alla scoperta del continente africano. Successivamente, il bambino inizia ad interagire in modo vigoroso e talvolta aggressivo, cercando di scoprire quanto può andare lontano.

hygiene

Successivamente arrivano l’industria e la competenza. La lettura, la scrittura, i numeri e la geometria. La consapevolezza che possono capire i meccanismi della creazione e, a loro volta, creare e affermare se stessi tramite i propri sforzi. Il bambino diventa adulto, l’essere umano diventa civilizzato ed entrambi portano alla domanda fatta emergere in modo così potente dal pittore Paul Gauguin con la sua opera d’arte “da dove veniamo? Cosa siamo? Dove stiamo andando?” La ribellione, la ricerca del significato dell’identità. Guardare a noi stessi, ponendoci delle domande e ridefinendo il nostro posto nel mondo. Se siamo fortunati impariamo a imparare, condividere, discutere, e impegnarci gli uni nei confronti degli altri per creare un futuro migliore per noi e le nostre famiglie. Virtù, pace, amore devono essere i nostri obbiettivi comuni, non indipendenza o mera forza bruta.

nano

Ora che siamo maturati abbiamo sviluppato un senso di appartenenza in quanto parte di una società, di un quadro più grande, una storia di migliaia di anni durante i quali abbiamo giocato la nostra parte per passarlo ai nostri figli. Noi teniamo al nostro mondo!

Curare, nutrire, tenere al sicuro. Guardarci indietro e vedere i nostri raggiungimenti e ponendo rimedio ai nostri sbagli. Siamo saggi, oggi e possiamo capire la nostra grande responsabilità di proteggere il nostro mondo per poterlo lasciare in eredità alle generazioni future. Le foreste, gli oceani, l’aria che respiriamo. La bellezza del nostro mondo e la sua vibrante vitalità è il nostro bene più importante, ma non possiamo tornare indietro e ritornare bambini. La conoscenza, la tecnologia e la civilizzazione che abbiamo creato è un grande dono. Nella nostra giovinezza siamo stati incuranti, ma ora possiamo capire che la scienza e la tecnologia possono essere utilizzate per proteggere e sostenere il nostro bellissimo pianeta e non il contrario.

La nanotecnologia è l’ultimo esempio della nostra responsabilità, cura e attitudine all’innovazione sfruttando la scienza più all’avanguardia e l’ingegneria per ridurre l’impatto ambientale e, grazie alla nostra conoscenza dei sistemi biologici, potersi assicurare di usare solo compound che siano completamente sicuri.

Proteggere, curare, nutrire. La nanotecnologia è la manifestazione del nuovo percorso di saggezza che ci impegniamo a seguire.

nasiol zr53 9h
LA MIGLIOR PROTEZIONE DI SEMPRE
PREVIOUS POST
I DISTRIBUTORI SPAGNOLI IN VISITA AL HQ NASIOL IN TUBITAK
NEXT POST

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Enter Captcha Here : *

Reload Image